Ipertensione arteriosa: cause, sintomi e gestione

Sappiamo che la Fibrillazione Atriale (d’ora in avanti FA) è l’aritmia di più facile riscontro nella pratica medica e la più difficile da trattare farmacologicamente.

Ipertensione arteriosa: cause, sintomi e gestione

Giugno 26, 2024 by nimda0
ipertensione-arteriosa-1.jpg

Che cos’è l’ipertensione arteriosa?

L’ipertensione arteriosa è una condizione in cui la pressione del sangue nelle arterie è elevata. Questa condizione interessa circa il 30% degli adulti ed è particolarmente frequente nelle donne dopo la menopausa. Pur non essendo una malattia di per sé, l’ipertensione arteriosa incrementa il rischio di sviluppare gravi malattie cardiovascolari.

Tipi di ipertensione arteriosa

Esistono varie forme di ipertensione: sistolica, diastolica e sisto-diastolica. L’ipertensione sistolica si verifica quando solo la pressione massima è alta, mentre la diastolica si verifica quando è alta solo la minima. Nei grandi anziani, spesso si presenta come ipertensione sistolica isolata a causa dell’invecchiamento, che porta valori di pressione massima molto alti con una minima relativamente più bassa.

Cause dell’ipertensione

L’ipertensione può essere primaria, rappresentante circa il 95% dei casi, dove non esiste una causa specifica riconoscibile, e secondaria, dove è legata a malattie di reni, surreni, cuore o vasi. Inoltre, certe sostanze come la liquirizia, gli spray nasali, e stimolanti possono elevare la pressione.

Sintomi dell’ipertensione

Spesso l’ipertensione non presenta sintomi evidenti, rendendo difficile la percezione del problema fino a eventi gravi come un infarto o ictus. I sintomi quando presenti, includono mal di testa, vertigini, ronzii o alterazioni della vista, e possono essere facilmente attribuiti ad altre cause.

Fattori di rischio

Tra i fattori predisponenti ci sono la genetica, l’età, il sovrappeso, il diabete, il fumo, l’uso eccessivo di sale, eccesso di alcool, stress, e uno stile di vita sedentario. Questi fattori possono tutti contribuire al problema o aggravarlo.

Diagnosi

La diagnosi si effettua misurando la pressione arteriosa attraverso due valori: la sistolica (massima) e la diastolica (minima). Valori costantemente superiori ai 140/85 mmHg indicano ipertensione. Poiché l’ipertensione può esistere senza sintomi evidenti, è cruciale misurare la pressione regolarmente.

Trattamento

Il trattamento dell’ipertensione include cambiamenti dello stile di vita come dieta povera di sale, esercizio fisico regolare, smettere di fumare, e controllo del peso. Nei casi più gravi o dove questi interventi non sono sufficienti, può essere necessaria la terapia farmacologica, che può includere l’uso di ACE-inibitori, diuretici, e altri farmaci destinati a gestire la pressione arteriosa.

In conclusione, l’ipertensione arteriosa è un importante fattore di rischio per le malattie cardiovascolari che necessita di gestione attiva e continua, sia attraverso l’adozione di uno stile di vita sano sia, se necessario, con il supporto farmacologico.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *




CURIAMO, POSSIAMO





CURIAMO, POSSIAMO